Il nido d’infanzia è un servizio educativo e sociale di interesse pubblico, aperto a tutti i bambini e bambine in età dai 3 mesi ai 3 anni, che concorre con la famiglia alla loro crescita e formazione nel quadro di una politica per la prima infanzia e della garanzia del diritto all’educazione,nel rispetto dell’identità individuale, culturale e religiosa.

L’asilo nido e i servizi alla Prima Infanzia si propongono, attraverso le loro attività, due obiettivi fondamentali:

  • favorire e promuovere il benessere del bambino attraverso un armonico sviluppo psico – fisico e sociale;
  • promuovere la collaborazione con la famiglia nella condizione della cura e delle scelte educative per il bambino.

Le potenzialità evolutive che i bambini adeguatamente supportati possono sviluppare trovano nel gioco la strategia privilegiata. Il gioco, con le sue molteplici dimensioni, con la possibilità che offre di far interagire realtà e immaginazione, organizzato intorno a materiali strutturati e non, costituisce la strategia di rapporto con la realtà più familiare al bambino e lo strumento privilegiato delle attività che gli vengono proposte.

A questa età il gioco per il bambino è cibo per la mente; è attraverso questa formula che il bambino apprende, forma nuovi concetti, combatte le proprie paure e fonda le proprie emozioni.

Tutto ciò avviene in un tempo e in uno spazio pensato dall’adulto a misura di bambino.

Le finalità che il servizio per la prima infanzia si propone sono così sintetizzabili:

  • contribuire alla strutturazione dell’identità;
  • contribuire allo sviluppo della conoscenza;
  • contribuire allo sviluppo della socializzazione e dell’autonomia del bambino, valorizzando e integrando le sollecitazioni che ciascun bambino riceve nell’ambito familiare.

Il servizio per la prima infanzia completa la sua funzione educativa caratterizzandosi anche come opportunità di informazione e scambio di esperienze.

Il servizio opera in stretto contatto con le famiglie ed in collegamento con le altre istituzioni sociali ed educative del territorio, in particolare con la Scuola dell’Infanzia. Le esperienze proposte al bambino all’interno del nido tengono conto delle modalità relazionali e di apprendimento dominanti nei primi tre anni di vita: l’unità tra mente e corpo, la diversità dei tempi e delle modalità di sviluppo di ognuno, l’importanza del movimento come strumento di esplorazione e di conoscenza, la centralità del gioco come modalità privilegiata per conoscere la realtà, agire su di essa, esprimersi e comunicare.

Il servizio si pone gli obiettivi di:

rispondere ai bisogni dei bambini: bisogno di conoscere, di instaurare relazioni affettive significative, di crescere verso l’autonomia, di acquisire ed affinare gli strumenti per comunicare (comunicazione verbale e non)

di sviluppare le capacità percettive e le competenze motorie

Inoltre il nido :

  • favorisce le relazioni interpersonali fra pari e bambini di età diverse
  • garantisce l’inserimento e la piena integrazione dei bambini diversamente abili; questo proposito è prevista la creazione di piani educativi individualizzati (PEI).